Volendo rinascere, potendo, inizierei così. Una spinta dicotiledonata e via verso il sole. Radici intrufolati nel terriccio fertile dell’esperienza; germogli e gemme pronti a farsi strada verso la luce. E chi ti dice di no?