Quando il gioco si fa duro quanto la roccia, poi pure l’aridità e il vento si mettono in mezzo per non lasciare scampo a niente e nessuno, tutto può succedere, pure che una pianta si trasforma anch’essa in una simil-roccia. Caralluma burchardii, non un cactus, ma un Apocynaceae, cugina dei nostri oleandri e pervinche. Chi l’avrebbe mai detto! Le falde della Gran Montaña, Fuerteventura.