Playa de Sotavento, Jandia sull’isola di Fuerteventura, dove non serve PhotoShop per eliminare eventuali presenze ingombranti… almeno non in aprile. Con la speranza che resista a lungo le pressioni onnipresenti della speculazione.


Luoghi elementali, dove i pensieri vengono portati nel vento oltre i nostri orizzonti temporali verso il passato più remoto della terra.


I pochi “turisti” sguazzano nelle acque basse.