Tag: alba

Alba inquieta

MC170618-S101

Alba inquieta

MC170618-S101
Un’alba inquieta, quelle che mi piacciono di più perché non si sa mai come andrà a finire. Che oggi vi porti dove vorreste andare.


Mi chiamavano l’Albetaia

CFYC06-C12

Mi chiamavano l’Albetaia

Un’alba di un’altra vita. Devo andare indietro ben dodici anni per trovarla… com’è possibile che passano così in fretta gli anni, mentre a volte un minuto può pesare un’eternità? Allora mi chiamavano l’Albetaia. Ogni giorno mi alzavo nel buio, un caffè amaro preso al volo, poi fuori in fretta nei primi chiarori per andare incontro al sole, correndo, correndo per arrivarci prima io. Era il mio momento, una prima colazione di energia fotonica per sciogliere i grovigli della quotidianità negli orizzonti di una savana mediterranea bistrattata. Tanti anni indietro, tante vite… E quante vite ancora da vivere? Chi lo sa. (Castelfusano, Lido di Ostia)


Angoli di riflessione pre-partenza

PF090218-S023

Angoli di riflessione pre-partenza

Angoli di riflessione pre-partenza, Portoferraio (Elba).


Aspettando l’alba

CL040218-S021

Aspettando l’alba

Ti avevo aspettato, lì in riva al mare. Non ero sicura che saresti venuto. Infilarti fra le nuvole non era facile, lo so, e apprezzo molto lo sforzo. Avevo bisogno di te, ieri come sempre, tu e il tuo scudo di luce contro la banalità. So che oggi hai altro da fare e va bene così. Nell’attesa, mi accontenterò del vento salmastro che sa di narcisi e mandorli in fiore. Respiro, sorrido. E non è poco. (Mola, Elba).


L’alba a Mola

CL040218-S012

L’alba a Mola

Ho sempre pensato… se il sole fa tutto quello sforzo di alzarsi presto ogni mattina, il minimo che posso fare è di andargli incontro, Mola (Elba).


L’alba e la strega

RI230118-S009

L’alba e la strega

Equilibrismi cromatici, a sinistra l’oro…

…a destra l’azzurro. Il Monte era la Strega (e forse un pochetto lo sono anch’io), l’Elba di stamattina.